Nessuna descrizione della foto disponibile.Il mio primo incontro col pendolo e la Radiestesia avvenne nel 2001. A mio padre fu diagnosticato un cancro in fase terminale, talmente terminale che addirittura i medici e i più grandi oncologi in Europa ci consigliarono di evitare qualsiasi cura che potesse essere ancora più deleteria. Per puro caso veniamo a conoscere un ingegnere e biologo (preferisco non fare il nome anche perché dovrebbe, e sottolineo dovrebbe, essere morto… Ma arriveremo anche lì…) che, secondo alcuni studi davvero all’avanguardia per l’epoca, scopri come le forme tumorali non erano altro che attacchi di virus, funghi e batteri facilmente elimina oli con prodotti naturali da lui studiati e tramite una macchinetta che, tarata opportunamente, forniva la terapia necessaria.
Quando questa persona venne a casa rimasi colpito dall’azione del pendolo che mi affascinò al punto di comprarne subito uno. All’epoca avevo 18 anni, facevo il terzo liceo scientifico avevo una testa molto razionale e poco aperta a ciò che non potessi toccare con mano. Vacillai nel momento in cui questa persona a distanza riusciva a diagnosticare per filo e per segno lo stato d’animo e fisico di mio padre che, puntualmente, ritrovavamo nei vari riscontri medici. Iniziata la cura, a base di prodotti omeopatici, effettivamente mio padre trovò giovamento… chiamiamolo placebo, ma il giovamento era evidente anche dovuto al fatto che ciò che uscì dalla bocca dello scienziato fu: “tu non hai il cancro”. Un giorno di inizio giugno arrivò a bruciapelo la notizia che questa persona era morta (non c’è riscontro alcuno su internet eppure parliamo di uno dei più grandi radiestesisti in Europa”… ).Da quel giorno mio padre smise di lottare e si spense il 22 agosto 2001. Da allora, nonostante una pubblica denuncia fatta a “Buona Domenica”, con una lunga intervista a Maurizio Costanzo che proprio in quel periodo stava parlando delle cure alternative al cancro, ho continuato a cercare la verità non tanto per dare un senso alla morte di un uomo in salute di 48 anni ma per vedere se il castello di certezze della scienza poteva in qualche modo essere abbattuto.

La Borsa di studio consente di accedere al Video Corso di Radiestesia e Radionica al costo di 80,00 pagabili in massimo 2 rate. Il programma completo è disponibile al sito mitakuyeoyasin.it. Sono previste un massimo di 3 lezioni da concordare personalmente in caso di domande o ripasso.

Requisiti: stato di disoccupazione, cassa integrazione o gravissime situazioni economiche.

N.B. QUESTO CORSO NON È ACCESSIBILE PER CHI HA FATTO IL CORSO DI RADIESTESIA E RADIONICA IPHM.