La figura storica di Padre Pio

Padre Pio, il cui nome completo era San Pio da Pietrelcina, nacque il 25 maggio 1887 a Pietrelcina, in Italia, con il nome di Francesco Forgione. Da giovane, manifestò un profondo interesse per la spiritualità e la vita religiosa. A soli 15 anni, entrò nel noviziato dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini e prese il nome di Fra Pio.

Il 10 agosto 1910, fu ordinato sacerdote, e la sua vita spirituale divenne sempre più intensa. Nel 1918, mentre si trovava nel convento di San Giovanni Rotondo, Padre Pio sperimentò le stigmate, le ferite simili a quelle di Cristo sulla croce, che portò per il resto della sua vita. Questi fenomeni mistici fecero di lui una figura celebre e attirarono l’attenzione di molti fedeli.

Padre Pio dedicò gran parte della sua vita al ministero della confessione, trascorrendo lunghe ore al giorno ascoltando le confessioni dei fedeli. La sua fama di guaritore spirituale e mistico si diffuse rapidamente, attirando migliaia di persone da tutto il mondo. La sua presunta capacità di leggere le anime e di prevedere il futuro contribuì alla sua popolarità.

Tuttavia, la vita di Padre Pio non fu priva di controversie. Nel corso degli anni, fu sottoposto a diverse indagini da parte della Chiesa cattolica, soprattutto a causa delle sue stigmate e delle presunte manifestazioni soprannaturali. Nel 1931, la Santa Sede riconobbe ufficialmente la sua santità e la sua missione spirituale.

Padre Pio trascorse gran parte della sua vita nel convento di San Giovanni Rotondo, dove morì il 23 settembre 1968 all’età di 81 anni. Nel 2002, fu canonizzato da Papa Giovanni Paolo II, diventando San Pio da Pietrelcina. La sua vita continua ad ispirare milioni di fedeli in tutto il mondo, e il suo santuario a San Giovanni Rotondo è un importante luogo di pellegrinaggio.

Esame radiestesico dei luoghi

Premessa fondamentale: la figura di Padre Pio mi ha sempre molto affascinato ma ho mantenuto sempre un rispettoso distacco in quanto ci sono delle cose che non mi sono mai quadrate troppo. Ho affrontato questo viaggio nel gennaio del 2023 con rispetto ma soprattutto con la voglia di comprendere…

Cella di Padre Pio (San Giovanni Rotondo) - Tripadvisor

L’esame dell’interno della Chiesa di San Giovanni Rotondo è stato davvero molto interessante. Ho preso in considerazione l’altare, luogo dell’Ultima messa di Padre Pio e le scale proprio lì difronte dove avvenne il suo esorcismo. L’esame Radiestesico mi ha mostrato una misura di oltre 300 mila Bovis e una qualità benefica. Gli scalini posti dinanzi l’altare mi ha mostrato una energia di oltre 500 mila Bovis ma di qualità “Non buona”. Può essere un paradosso, come è possibile avere una energia così alta in un luogo sacro proprio dove ha vissuto e operato una figura di tale potenza come Padre Pio? Si spiega con la duplicità energetica del luogo. In questa chiesa si è svolta, e si svolge, una eterna lotta tra il bene e il male. Padre Pio cacciò il demonio dall’anima della ragazza ma, come spesso capita, il male non si dissolve ma cambia completamente forma. Dopo la messa di mezzogiorno, sono rientrato armato di pendolo e l’energia si era letteralmente ribaltata in estremamente benefica. Questo non deve stupire; il rito della messa rappresenta un percorso verso la purificazione non solo del fedele ma del luogo. Tutta la messa è un enorme momento radiestesico e radionico dall’inizio alla fine.

La salma di Padre Pio trovata "intatta" nel 2008 viene trasferita, il corpo portato nel santuario di Santa Ma… La salma di Padre Pio è stata studiata in albergo la sera stessa, questo per il rispetto che si doveva in quel momento. Ovviamente, come ogni cripta, intorno alla figura del santo si possono notare foto, oggetti, richieste di grazia provenienti da tutto il mondo. Ovviamente anche in questo caso parliamo di radionica. La figura del santo risulta come una enorme onda di forma in grado di attivare il testimone, ecco perché da secoli e secoli, si mettono le foto intorno alle figure sacre affinché possano intercedere. Non sono bastate le scale che avevo con me, e la qualità era “Estremamente benefica”. Vi assicuro che per una persona razionale con me, così legato allo strumento, alle scale, alle misurazioni e poco avvezzo alle sensazioni, l’impatto emotivo è stato qualcosa di indescrivibile. Non mi sono fatto influenzare dalle mie convinzioni personali; laddove sentivo che il mio intuito era in procinto di portarmi fuori strada, ho fatto un passo indietro e ho preferito misurare in albergo, in tranquillità.

San Giovanni Rotondo La cella di Padre Pio è un tonfo al cuore. Ci si arriva dopo una bella camminata all’intento del seminario. Ho notato una certa cura, un certo rispetto e soprattutto, un rigoroso silenzio in rispetto al luogo. Veniamo alla foto. Al momento della misurazione di un anno fa, il pendolo non mi dava un valore specifico, girava solo in senso orario. Questo capita quando non è presente, tendenzialmente, un valore rilevabile. La qualità è mediocre. Anche qui, come per l’altare, non ci deve minimamente colpire. Tutti sappiamo cosa accadeva in questa stanza, tutti sappiamo il martirio di Padre Pio, tutti sappiamo le sue emozioni e anche il suo carattere non propriamente morbido. Ebbene, da un esame approfondito con la Scala Demoniaca, ho ravvisato un valore 7 su una scala da 0/10. Questo significa che la presenza demoniaca è ancora presenta, come in attesa. E si percepisce; ho visitato molto luoghi sacri in Italia ma questa energia così, come dire…pesante raramente si ravvisa in un luogo sacro. Come per la foto iniziale, qui c’è ancora una lotta, tra la luce di Padre Pio e il buio del demone (non diamo un nome, io intendo il demone come una entità negativa, l’opposto della luce). Posso assicurare che le emozioni qui sono davvero molto particolari.

Esame radiestesico delle stimmate

S. Giovanni Rotondo/ Le stimmate di Padre Pio: due giorni di dibattito con lo psichiatra Vittorino Andreoli. Apparvero per la prima volta 100 anni fa sulle mani del frate. – Rete Gargano Veniamo, ora, alla parte più controversa, quella che la Chiesa stessa ha messo in dubbio. Non erano rare le sortite in Puglia di Padre Agostino Gemelli. Padre Pio, caratterialmente, era poco avvezzo al contatto costante con le persone, lo faceva, certo, per spirito di missione, ma era persona molto riservata. Sappiamo anche che detestava la sua idolatria che cozza con il pattume economico della zona che, tuttavia, è stata messa in una zona leggermente separata dal contesto religioso (hanno avuto un buon gusto quantomeno). Comunque, torniamo alle stimmate. In questo caso ho preferito fare un test su una foto presa dal web. Le energie, manco a dirlo, altissime e soprattutto erano molto benefiche. Qualora fossero false come qualcuno afferma, l’energia sarebbe stata o bassa o non di certo così buona. La figura di Padre Pio, nel complesso, risulta Illuminata e assolutamente sacra, viva e vitale. La conferma del sangue è avvenuta grazie allo studio dell’immagine ingrandita con un test cieco che ne ha confermato la coerenza con la persona. Il test radionico dell’immagine del sangue, comporta un aumento di qualità e di Bovis di qualsiasi testimone di persona, animale o anche acqua. L’immagine delle stimmate, pertanto, possono essere equiparate senza ombra di dubbio ad un circuito radionico dotato di Onde di Forma. Calcolando in termini di spazio, l’immagine del sangue irradia dai 4500 e 5000 metri in tutte le direzioni ed è in grado di proteggere e benedire qualsiasi ambiente. Questo è ravvisabile anche in loco. Nel momento in cui ci si avvicina, si sente la presenza del santo davvero in maniera pervasiva in tutto il luogo.

Sic stantibus rebus, mi sento di dire, con rispetto, e in maniera del tutto opinabile, che la figura di Padre Pio, da un punto di vista energetico è assolutamente reale, potente, guaritrice e degna di essere amata e rispettata.